Gnocchetti agli orapi

Vi chiederete cosa sono gli orapi? Il loro nome scientifico è quello di Cheonopodium bonus Henricus, ma nessuno li conosce con questo termine; più semplicemente, sono degli spinaci selvatici che crescono in maniera abbondante nei luoghi dove, d’estate, pascolano i greggi o che sono attraversati in lungo e in largo da mucche e cavalli per questo motivo le montagne abruzzesi ne abbondano.

Gli orapi, noti anche con i nomi di “olaci”, “olapi”, “vollari”,”farinello buon enrico”, “imbiede”, sono ricchi di ferro, vitamine C, B1 e B12 e sali minerali.

Anticamente erano utilizzati, per via delle loro proprietà, come ricostituenti e prodotti depurativi e lassativi.

Le foglie degli orapi, inoltre, se cotte con l’olio d’oliva, vengono utilizzate anche come impacchi contro piaghe e scottature.

Ma è come ingrediente culinario che danno il meglio di sé.

Possono essere cucinati come contorno (sia soffritti che lessati in padella), sia come ingrediente principale in zuppe, frittate e primi piatti.

Ingredienti Gnocchetti agli Orapi

  • 1kg di orapi;
  • 500g di gnocchetti di patate;
  • 2 spicchi di aglio;
  • pecorino stagionato;
  • olio d’oliva q.b.;
  • sale q.b.;
  • peperoncino
orapi

Preparazione Gnocchetti agli Orapi

Per prima cosa lessate gli orapi in abbondante acqua salata. Quindi lavateli e puliteli per poi tagliarli a pezzi.

Prendete una padella, mettete l’aglio a rosolare a fuoco lento con l’olio e  peperoncino (per chi lo gradisce) e, quando l’aglio è dorato, aggiungete anche gli orapi al soffritto.

Allo stesso tempo lessate gli gnocchetti per poi scolarli e farli mantecare nella padella con gli orapi per qualche minuto.

A questo punto aggiungete una bella spolverata di pecorino stagionato grattugiato e servite questo primo piatto povero ma unico e molto saporito.

Gnocchetti agli Orapi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *