L’Aquila e Collemaggio danno il benvenuto a Manuel Cavalieri

Un’altra lunga, impegnativa e memorabile avventura è giunta, domenica 28 Aprile, davanti al favoloso portale della Basilica di Collemaggio, alla fine.

8 giorni intensi per coprire i previsti 25 tratti che nel loro insieme accumulano 430 km di distanza del CNP.

Una corsa-camminata ricca di testimonianze ed incontri cercati e trovati sul territorio di quest’Appennino celato e riservato, ma che si apre con calore, immensa accoglienza e delicata empatia in particolare, ci piace crederlo, a chi lo esplora e scopre e abbraccia con il passo lento e sicuro del camminatore-corridore di montagne.

Abbiamo seguito Manuel con atttenzione e la sua umanità è venuta fuori ancor di più nei due giorni di difficoltà fisiche, quando pubblicamente ha mostrato la sua debolezza.

Camminare è la migliore lettura per conoscere i territori che si attraversano, ma anche e soprattutto una delle insostituibili scuole per imparare a diventare delicati, umili e gentili, un pò parafrasando Alex Langer, l’ambientalista Alto Atesino che diceva di vivere: “Più Lentamente, più Profondamente, più Dolcemente”.

Un abbraccio enorme a Manuel Cavalieri per la sua formidabile forza di volontà che lo ha condotto a vivere questa indimenticabile esperienza, lunga una intera e piena e assolata settimana di primavera!

Buona Fortuna!

Lascia una risposta